Ricerca Avviata

Unicef - "Scuola Amica"

 

Unicef ​​– “Scuola Amica”           

  "Una Scuola Amica è una scuola che promuove ambienti educativi inclusivi a misura di bambino e adolescente."

Nell'ambito delle attività rivolte al mondo della scuola l'UNICEF promuove il Progetto “Scuola Amica” realizzato in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione;  un sistema organico di intervento al fine di dare alle bambine, ai bambini e agli adolescenti le giuste opportunità e di sviluppare le proprie potenzialità.  Per saperne di più...        

        

      

                     

          

   I Consiglieri Junior e alcuni alunni delle classi quinte del 38"CD con le loro docenti,

hanno vissuto un'esperienza davvero emozionante: l'inaugurazione dello stadio Arturo Collana

           

Che cos'è il Consiglio Junior

Il 38° CD “Quarati”, come altre scuole della V Municipalità, aderisce al progetto Unicef ​​che permette ai propri studenti di trasformarsi in politici per migliorare la realtà che li circonda e occuparsi di temi sociali di grande importanza.

Dove nasce l'idea del consiglio dei giovani?

Nasce a New York , negli Stati Uniti , il 20 novembre 1989, quando è stata firmata da 196 Stati di tutto il mondo la “ Convenzione sui diritti del fanciullo ”. Quest'ultima, che è stata ricevuta con una legge italiana, oltre a fissare i principi fondamentali per la crescita dei bambini, promuove anche la partecipazione nelle istituzioni (gli organi politici che permettono il funzionamento dello stato) da parte dei più piccoli.

Da chi è composto?

È composto da ragazzi che vengono nominati in ogni scuola che partecipa al progetto per diventare i rappresentanti dei propri compagni di classe .

Possono essere eletti nel Consiglio Junior gli studenti delle scuole medie e quelli degli ultimi due anni della scuola primaria. Ogni quarta e quinta elementare, infatti, può eleggere un consigliere. I tre anni delle medie, invece, eleggono per ogni classe due consiglieri. Il voto avviene scrivendo su una scheda il nome dei due candidati

che gli alunni preferiscono e che pensano siano i migliori per rappresentarli . Se ci dovessero essere casi di parità, come nella politica dei grandi, si procede al ballottaggio, cioè uno spareggio durante il quale si deve scegliere uno tra i due candidati più votati.

Di che cosa si occupa?

Ogni anno l'Unicef ​​individua una tematica significativa che diviene oggetto di analisi, di dibattito e di approfondimento, uno spunto di riflessione per proporre e trovare soluzioni.

Il consiglio Junior, infatti, può ipotizzare iniziative e azioni d'intervento sui problemi trattati.

I Consiglieri ogni mese si riuniscono in assemblea con i rappresentanti del Comune e dell'Unicef ​​presso la sala Silvia Ruotolo della V Municipalità o presso sedi indicati in corrispondenza di eventi importanti. Al rientro in classe, relazionano ai compagni sull'esperienza fatta e le proposte emerse.

Quest'anno si confronteranno sul tema “Non perdiamoci di vista” in relazione alla problematica dei Migranti Minori non accompagnati e sulla tematica del bullismo e del cyberbullismo.

Che cos'è la Marcia della Pace ?

Un'occasione per

  • partecipare attivamente alla grande mobilitazione promossa dall'Unicef ​​a favore del rispetto dei diritti umani;
  • testimoniare il desiderio dei bambini e dei ragazzi di pace e giustizia per tutti;
  • riflettere sul contributo che ciascuno può dare alla costruzione di un mondo più giusto e solidale;
  • coinvolgere il territorio “camminando insieme” come condizione umana di vita, per una crescita reciproca;
  • riscoprire insieme i valori della pace, dei diritti umani e della fraternità.

               Neo eletti     Nuovo regolamento